Type and press Enter.

Dove eravamo rimasti?

E’ incredibile quanto sia cambiata la mia routine in questi giorni e la mia velocità ad adeguarmici. Ormai credo di potermi definire come flessibile nel senso che la mia routine spesso e volentieri subisce grossi cambiamenti senza diventare per me uno stress eccessivo. Anzi, vi dirò che l’idea di avere tutti i giorni scanditi dagli stessi orari o attività mi fa intristire solo al pensiero. Una delle cose che amo di più della mia vita è il lusso di poter pianificare a mio piacimento le giornate. Questo significa che la maggior parte delle volte io lavori interrottamente come se non ci fosse un domani ma mentalmente mi fa sentire libera e con “l’illusione”, nel vero senso della parola, di potermi occupare personalmente di tutto: casa, famiglia, lavoro (entrambe le attività più le attività connesse in tutte le loro sfaccettature), lavori di rinnovo, e giardini. Con quest’ultimi è una lotta veramente continua perché quando ne sistemo uno l’altro prende il sopravento. Naturalmente ora al rientro al Little Cottage ho ripreso i lavori di estirpazione. Non mancano i momenti per godersi i pochi progressi che un intera estate non è riuscita a cancellare e la consapevolezza che, nonostante sembri tutto una giungla in realtà dalla scorsa estate, un miglioramento c’è stato. Per cui cerco di godermi le piccole cose per non essere sopraffatta da quelle ancora da fare.
E passeggiare nei boschi spesso è davvero rilassante vedere come colori e forme qui in Svezia cambino velocemente. Il tempo non è dei migliori ma siamo in Svezia dopotutto.


Come se non bastassero tutte le attività intraprese, dalla scorsa primavera abbiamo incominciato a procurarci della legna per l’inverno. Abbiamo tagliato e accatastato legna in tre posti diversi e ora che l’estate si è conclusa era giunto il momento di trasportarla tutta qui per tagliarla ulteriormente, a misura di caldaia, e poi sistemarla nella legnaia. Quindi momentaneamente abbiamo cumuli di legna in giardino. Tanto che problema c’è?!


Abbiamo davvero faticato tanto per interi fine settimana tutti insieme e ognuno ha aiutato a suo modo.

Non è stato nè facile nè divertente. Ma tutti insieme stanchi ci siamo ripromessi che presto ci concederemo una vacanza. Tutti insieme.

A presto,

Antonella 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *