Type and press Enter.

Una spalliera riciclata

Da tempo avevo adocchiato questa vecchia spalliera nella mia legnaia appesa su una parete nascosta tra tanti vecchi materiali pieni di polvere dimenticati per chissà quanto tempo, ma erano troppi i lavori che avevano una priorità maggiore per occuparmene e avevo bisogno di tempo per pensare. Come ogni oggetto che trovo cerco sempre di poterlo riciclare ma non sempre ho la giusta ispirazione che è arrivata all’improvviso questa sera dopo aver trascorso una lunga giornata in giardino.

La sua struttura piuttosto esile non mi permette di usarla come spalliera per una eventuale panca da mettere in giardino,  ma è sufficientemente adatta per diventare una grata porta rampicante (tagliando le gambe e girandola a 90 gradi) per le mie piante e si da il caso che proprio questa mattina ne abbia trovati alcuni bellissimi in giardino tra le ortiche.

Ho nascosto con del legno di recupero le imperfezioni della facciata di questa vecchia legnaia, appeso la vecchia spalliera e sistemato le piantine.

Questo è il bello delle case da rinnovare: trovare tra tanti vecchi oggetti lasciati per creare delle occasioni per riciclare. E a volte si può rinnovare un piccolo angolo come questo con una vecchia spalliera di un letto e con piantine trovate nel proprio giardino nascoste da erbacce e ortiche.

Sono riuscita a trovare non solo questi bellissimi arrampicanti che fanno dei graziosi fiorellini blu ma anche e a breve vedrete qui sul blog che sono riuscita a trovare tante piantine di fragole (lo so da non credere!) che ho deciso di riservare in una zona tutta loro nel giardino. Se solo smettesse di piovere…

A presto,

Antonella 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *