Type and press Enter.

Vita semplice: attività per la primavera

La primavera Svedese ha il fascino di un amore improvviso: impossibile prevedere il suo arrivo e la sua durata.

Per molti anni, troppi, ho per amore della vecchia scuola sacrificato tutte le vacanze e le occasioni di trascorrere del tempo libero all’aperto e mi sono allontanata dalla mia idea di vivere una vita semplice e tranquilla.

Con il tempo ho messo insieme piccole attività primaverili che mi permettono di restare concentrata su semplici progetti in modo da godermi nella loro semplicità il momento. Ora creare dei piacevoli ricordi da rievocare nei lunghi inverni è diventato essenziale.

Se anche voi, pur non vivendo in Svezia, correte il rischio di intraprendere mille attività primaverili con il rischio di strafare vi consiglio di provare e condividere sotto nei commenti i vostri suggerimenti per come trascorrere la primavera in modo semplice. Ecco cosa no manca nella mia To Do List primaverile:

Fai una pausa e osserva la natura. Questo consiglio per quanto sia banale mi è costato molto caro in passato. In Svezia si sa la primavere e l’estate sono lunghe un soffio ed essere stacanoviste non aiuta. Appuntarmi questo suggerimento in agenda o nella mia To Do List mi ha permesso di metterlo in pratica. 

Crea la tua zona relax all’aperto. Ritagliati un posticcino tutto tuo dove ritagliarti qualche momento in serenità: per osservare il cielo, ascoltare i suoni della natura, contemplare il panorama o per osservare le persone che passano. Non è necessario disporre di un giardino, un piccolo balcone o nel parchetto vicino casa andrà benone. E’ importante imparare a notare veramente la bellezza intorno a noi senza farci prendere da atteggiamenti stacanovistici e vedere volare via la primavera.

Semina e fai crescere una piantina. C’è qualcosa di meglio e di più gratificante che sporcarsi le mani e ricevere in cambio un’abbondanza di fiori, frutta e verdure? I miei raccolti primaverili sono sempre stati scarsi ma anche dopo gli inverni più lunghi e freddi ritrovo con piacere le mie erbe aromatiche: erba cipollina e timo sempre freschi e profumati spuntano al primo raggio di sole mentre il rosmarino aspetta impazientemente ancora dietro una finestra di poter godere dell’aria pura e fresca. Non è sempre necessario avere un giardino a volte grandi soddisfazioni possono arrivare anche da un piccolo angolo del giardino o in piccoli vasi.

Fai più escursioni che puoi per toglierti il grigiore del lungo inverno e respirare aria pura. Ogni malinconia si attenua dopo una passeggiata in un prato. Vedere i primi fiori primaverili o lungo un sentiero in montagna è un toccasana per l’umore. Ognuno ha i suoi posti del cuore in cui fare escursioni. Io adoro passeggiare nel bosco dietro casa e assisto meravigliata ogni anno alla rinascita della natura e contemplare la meraviglia che mi circonda anche nei posti più impensati mi fa star bene. Lì anche dopo settimane in cui il fango sembra non andarsene mai spuntano piccole ma forti piantine di felci che si fanno largo tra il muschio del sottobosco. Non avere paura di incalzare un paio di stivali di gomma e inoltrarti per quei sentieri per vedere i primi narcisi sbucare da un giorno all’altro.

Mangia, griglia o sorseggia semplicemente la tua bevanda preferita all’aria aperta più che puoi. Assapora il cibo direttamente all’aria aperta mentre il sole ti colora dolcemente le guance e godi dalla compagnia dei tuoi cari  intrecciarsi ai suoni della natura che ti circondano. E se hai un pò di tempo in più, riservati un momento all’aria aperta solo per te magari con un buon libro o solo per osservare le gemme degli alberi cambiare velocemente giorno dopo giorno. Io ho preso l’abitudine nel tardo pomeriggio di aspettare in silenzio l’arrivo di alcuni ricci che ormai visitano il mio giardino quando ormai tutto è avvolto nel silenzio. E intanto che aspetto faccio scorpacciate di fragoline e frutti di bosco.

Cucina. Riscopri il piacere di sfornare il pane e dolci lasciandoli raffreddare sul davanzale con la finestra aperta mentre si prepara il cestino del picnic, la copertina, il cappello di paglia e si raggiunge un posticino speciale. Spesso io mi rifugio in un posticino per me speciale nel mio giardino in cui mi concedo una pausa fatta da gesti e azioni semplici. Anche una fetta di pane con steso un velo di marmellata, un buon libro, una bevanda aromatizzata e una copertina hanno il sapore di una breve escursione lontana da casa.

Colore. Porta un pò di colore a casa con un piccolo mazzetto di fiori raccolti e messi in un barattolino in vetro o una piccola piantina da decorare la tavola regala con poco una sensazione rilassante e rigenerante. Dopo un lungo inverno di colori neutri avere del colore da una grande gioia.

Pulizie primaverili. In primavera con l’allungarsi delle giornate la voglia di dedicarsi a progetti di pulizia e di riordine aumenta  ma proprio per non farmi prendere dall’entusiasmo pianifico tutte le attività, comprese quelle di svago. Per non correre il rischio di perdermi la primavera preferisco stilare una lista di cose da fare suddivise in base all’urgenza e al tempo. Attività che svolgo e depenno dalla lista in base alle previsioni del tempo. Perché so che la maggior parte potrei farle anche quando fuori nevica interrottamente mentre, al contrario, dedicarmi a creare nuove aiuole piantando nuovi bulbi, non potrei farlo.

Vi auguro una bellissima primavera.

A presto,

Antonella 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *