Type and press Enter.

Vita semplice: attività per l’estate

L’estate in Svezia è breve. Breve come la durata del volo dei semi di un soffione. Avete presente il fiore di tarassaco quando dopo la sua sfioritura si trasforma in una sfera piumosa di semi pronti a disperdersi al primo soffio di vento?  Tu speri sempre che con  il tuo soffio questi batuffolini volteggino a lungo intorno a te.

A me piace pensare che l’estate in Svezia sia come il suo volo. Il più lungo possibile ma sempre troppo breve e per questo preziosa tanto che cerco di apprezzarla ogni singolo giorno.

Quindi per essere certi di non farsela scappare ho collaudato negli anni una To DO List estiva che mi aiuta a non farmi travolgere dall’entusiasmo e farmi dimenticare che siamo in Svezia.

La mia To Do List estiva, in ordine sparso:

  • Goditi l’oggi perché domani non si sa. Consiglio che potrebbe sembrare banale ma le prime estati dopo il mio trasferimento qui in Svezia mi sono spesso lamentata di essermele lasciate scappare perché troppo presa da tutte quelle attività che inevitabilmente in inverno non potevo fare.
  • Ricordati di guardare l’orologio. Altro consiglio tutt’altro che banale considerando che in estate le ore di luce sono praticamente continue e quando si è presi dall’entusiasmo o si è stacanovisti come la sottoscritta si perde un pò.
  • Accatasta più legna che puoi ma non dimenticare di tagliare l’erba perché la velocità di crescita qui è strabiliante. D’altronde la natura qui è tutt’altro che lenta e tu che spesso ami definirti come la Don Chisciotte delle erbacce ne sai qualcosa.
  • Trova il tempo di cardare e arieggiare la lana dei cuscini in giardino. Amo i cuscini con le federe ricamante a mano e tra i miei preferiti ci sono quelli riempiti con la lana tramandata da mia nonna a mia mamma e a me. E’ un rituale che amo fare anche qui a migliaia di km dall’Italia.
  • Non cimentarti in progetti di uncinetto e ricamo troppo elaborati. Per quanto ami l’uncinetto e ricamare con il telaio di legno perché trovo che abbia un potere rilassante su di me le giornate sono già sufficientemente piene. Concedermi progetti più brevi mi evita di aspettare la prossima estate per concluderli e per potermeli godere subito.
  • Mangia più anguria che puoi. Nonostante l’anguria sia in vendita tutto l’anno (strano vero? anche a Natale) io scelgo sempre di aspettare il periodo in cui è naturalmente più maturo e gustoso così com’è. Sapete che qui spesso lo grigliano? No, non scherzo.
  • Coltiva e conserva erbe aromatiche a volontà. Perché per quanto siano bio quelle che trovi al supermercato non sono gustose come quelle del proprio giardino. E poi vuoi mettere la bontà del burro fatto da te con l’erba cipollina?
  • Svuota, sistema e se puoi fai spazio negli sgabuzzini, in cantina e tra le attrezzature nel seminterrato. Perché lo sai che in inverno con la luce più soffusa, con il freddo, il riscaldamento a legna e spalare la legna ci sono altre priorità. 
  • Non perdere il tuo appuntamento serale con i ricci che hanno l’abitudine di visitare il tuo giardino.
  • Passeggia tra i boschi a caccia dei tesori della natura: muschio, pigne, rametti, foglie e fiori, tanti fiori da seccare tra le pagine dei libri che ami di più. Saranno perfetti per adornare delicatamente i pacchetti regalo.

E voi che tipo di consigli per la vostra estate avete maturato nel tempo? Sono proprio curiosa di sapere.

A presto,

Antonella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *